tattoo jesus

Cura post-Tattoo

Cura post-tattoo: scopri tutto quello che devi sapere!

Quando ci si vuole fare un tatuaggio bisogna tenere presente che nel periodo immediatamente successivo alla sua esecuzione rappresenta una ferita aperta! Per questo è tanto importante la cura post-Tattoo, quanto quella che lo precede! Qui cercheremo di illustrarvi delle linee guida facili da seguire e di cui il tatuaggio e la vostra pelle vi ringrazieranno.

 

Cosa fare subito dopo

Una volta ottenuto il proprio Tattoo, è molto importante seguire i consigli del tatuatore e dei piccoli accorgimenti:

  1. Rimuovere il bendaggio che l’Artista ha effettuato al termine del lavoro, solo dopo almeno 2/3 ore, sciacquare delicatamente, senza strofinare, con acqua tiepida e sapone neutro e tamponare con una garza o un panno sterile;
  2. Applicare una crema a base di pantenolo almeno 2 volte al giorno sul tatuaggio, dopo averlo adeguatamente deterso con acqua tiepida e sapone neutro, per i successivi 10/15 giorni;
  3. È possibile fare la doccia basta che per i primi giorni il tatuaggio sia protetto da una pellicola protettiva;
  4. La guarigione completa avverrà non prima di 21/28 giorni e in questo arco di tempo sarà necessario prestargli molta attenzione, evitando di farlo entrare in contatto con ambienti polverosi o poco igienici o esponendolo al sole senza adeguata protezione;
  5. Lascia il Tattoo il più possibile a contatto con l’aria o con indumenti puliti e traspiranti;
  6. Nel caso in cui il tatuaggio sia soggetto all’esposizione di agenti esterni e ambienti poco igienici sarà necessario coprirlo con indumenti puliti o ammorbidirlo con una crema e coprirlo con una pellicola protettiva;
  7. Dato che per i primi giorni perderà un po’ di inchiostro, se potrebbe compromettere i vostri indumenti, copritelo con una garza sterile.

Cosa non fare subito dopo

Ci sono degli accorgimenti che sarebbe meglio eseguire per evitare spiacevoli problemi! Ecco quindi alcune cosigli che sarebbe meglio seguire assolutamente:

  • Evitare l’esposizione diretta ai raggi U-V o l’utilizzo di lampade abbronzanti;
  • Astenersi dall’immersione in mare, piscine, terme o fanghi;
  • Astenersi dall’utilizzo di saune;
  • Evita di grattarlo o strofinarlo;
  • Non indossare indumenti troppo stretti;
  • Evita gli allenamenti;
  • Evita di lasciarlo in ammollo.

Tempi di guarigione

Come abbiamo detto, è pur sempre una ferita aperta quindi, nei giorni successivi alla sua realizzazione, potresti provare fastidi e bruciore. Successivamente si formerà una pellicina e delle crosticine che aiuteranno la rigenerazione e la guarigione della pelle! Per questo è importante curarlo nel migliore dei modi. Non bisogna allarmarsi dunque se nelle prime 24h potrebbe uscire un po di sangue, dell’inchiostro o si dovesse gonfiare la zona che circonda il tatuaggio.

Mantenimento nel tempo

Vediamo ora insieme i comportamenti che sarebbe meglio adottare per mantenere il Tattoo il più vivido possibile con il passare del tempo:

  1. Prima di tutto la scelta di dove farsi il tatuaggio è un elemento che influirà molto sul mantenimento del tatuaggio! infatti se si sceglierà una zona che non sarà soggetta a grandi cambiamenti ( polpacci, gambe, caviglie ), la brillantezza e il mantenimento del tatuaggio sarà più probabile;
  2. Importante è anche la scelta di un tatuatore che utilizzi dei buoni inchiostri e che rispettino le normative di sanità. In caso contrario i colori si sbiadiranno nel giro di qualche mese;
  3. Un fattore che indipendentemente da tutte le cure che effettuerete inciderà molto sulla nitidezza del tattoo è la pelle! Infatti anche se sembra strano, un tatuaggio eseguito su una pelle particolarmente pallida e piena di nei, tenderà facilmente a sbiadirsi e a perdere definizione a causa della sua struttura morbida e del movimento tra strati a cui tende;
  4. Evitare l’esposizione ai raggi U-V senza l’utilizzo di una crema con schermo protettivo totale;
  5. Evitare l’utilizzo di lampade solari;
  6. Limitare le volte in cui andiamo in piscina: infatti il cloro presente in esse, tende a scolorire i colori del tatuaggio;
  7. Tenere sempre idratata la zona del tatuaggio: infatti con il passare degli anni la pelle tenderà a seccarsi e i contorni inizieranno ad espandersi; mantenendo una giusta idratazione le cellule che portano l’inchiostro lo manterranno vivido all’esterno;
  8. Si consiglia l’utilizzo di creme che hanno proprio la funzione di mantenere vividi i colori e i contorni del tatuaggio nel tempo.

Per saperne di più visita la nostra pagina Tattoo F.A.Q.!

0 126